2018/2019ReviewSerie AL’Hermaea non regge la forza d’urto di Caserta

31/12/2018

Quinta sconfitta consecutiva per le biancoblù, che – complici le assenze per infortunio – si arrendono al forte sestetto di Bracci

Il 2018 dell’Hermaea Olbia si conclude con la quinta sconfitta consecutiva nel girone A della Serie A2. Al PalAltoGusto la squadra di Anile, in formazione rimaneggiata a causa delle assenze di Degortes e Barazza, ha tenuto testa per due set alla forte Golden Tulip Caserta, ma alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca (19-25; 20-25; 13-25). Nessun dramma per le biancoblù, che cercheranno di recuperare le acciaccate in tempo utile per il turno dell’Epifania, quando è in programma la fondamentale sfida sul campo del Volley Group Roma.

Il primo set

Comincia bene il primo set dell’Hermaea, con Maruotti che va a segno sul lungolinea per il 4-1. La reazione di Caserta non si fa attendere: Melli guida le compagne che impattano a 5 dopo l’invasione comminata a Tajè. Le galluresi riprendono la testa con l’intuizione di seconda di Bacciottini, Caserta trova il primo vantaggio sul 7-8 approfittando dell’attacco out di Fiore. Due decisioni arbitrali discusse permettono alla VolAlto di scavare un piccolo solco sul 9-12. Anile interviene con due timeout a stretto giro di posta senza però ottenere le risposte sperate dalla sua squadra, che scivola indietro sul 13-18. Le olbiesi, trascinate dalla grinta di Emanuela Fiore, si riportano a contatto sul 16-18, costringendo Bracci a chiedere il minuto di sospensione. Un errore in battuta di Maruotti interrompe il buon momento dell’Hermaea, mentre Caserta vola con gli angoli trovati da Cella e Frigo. Le campane conquistano la palla set con un muro out dell’Hermaea: Fiore annulla il primo tentativo, ma il servizio fuori misura di Nikolaeva consegna il primo set alla VolAlto.

Il secondo set

In avvio di seconda frazione Fiore spinge avanti le sue, in vantaggio di 3 lunghezze dopo i primi scambi (6-3). Repice rilancia le quotazioni di Caserta, ricacciata però indietro dall’attacco in pipe di una scatenata Fiore. Il sestetto di Bracci reagisce da grande squadra e in un amen si trova in controllo sul 9-13. L’opposto di Priverno non vuole arrendersi nonostante il +5 VolAlto (13-18) e, con la collaborazione di Maruotti, riaccende la fiammella della speranza (18-20). A questo punto salgono in cattedra nuovamente Cella e Melli, artefici del break casertano per arrivare sul 19-24. Fiore annulla la prima palla set, ma poi manda il servizio sulla rete e le ospiti possono così portarsi sul 2-0 nel conto.

Il terzo set

L’Hermaea subisce il contraccolpo psicologico e crolla, restando pressochè inerme sotto gli attacchi delle rivali per tutto il terzo set. Caserta inizia subito con un 4-0, Anile spende prestissimo entrambi i timeout ma non c’è verso di cambiare l’inerzia: la VolAlto domina in lungo e in largo e tocca il +10 (5-15 con il punto messo a terra dalla rientrante Perez) prima di far calare definitivamente il sipario sulla contesa con un’altra battuta errata di Fiore per il 13-25.

Il commento di Emanuela Fiore

Dopo una serie negativa non è facile stare sul pezzo dal punto di vista mentale – afferma Emanuela Fiorecredo che sia un problema da addebitare alla giovane età di buona parte della nostra squadra. Anche io quando ero più giovane avevo gli stessi problemi, dunque non posso biasimare nessuno. Cercheremo di correggere il tiro già a partire dalla prima sfida del 2019. A Roma giocheremo una partita fondamentale per la poule salvezza, sarà una lotta all’ultimo sangue e ci auguriamo, fino al termine del campionato, di avere sempre dalla nostra parte i tifosi”.

Il commento del presidente Sarti

Accoglie con filosofia la battuta d’arresto il presidente Sarti: “Non sono deluso – commenta – abbiamo giocato contro la squadra più forte del campionato, che può vantare almeno 7 elementi che hanno disputato recentemente la categoria superiore. La squadra si è comportata bene nei primi due set, mentre nel terzo ha ceduto un po’ troppo. Ad ogni modo va sottolineata la bravura delle ragazze di Caserta, che non sbagliavano veramente mai. Inoltre eravamo in formazione largamente rimaneggiata, con D’Elia che non aveva mai ricoperto il ruolo di libero in vita sua. Siamo meglio di ciò che sembra e ora ci prepareremo per affrontare tre partite fondamentali per stabilire il ranking della poule salvezza. L’augurio per il 2019? La salvezza della squadra e la speranza che Olbia continui ad avere una squadra nella Serie A di pallavolo”.

Tutti i dettagli della partita qui

Hermaea Olbia-VolAlto Caserta 0-3 (19-25; 20-25; 13-25)
Hermaea: Bacciottini 7, Giometti 2, Maruotti 5, D’Elia L, Mele L, Nikolaeva 6, Padula 6, Fiore 11, Tajè 5. Allenatore: Anile
Caserta: Dalia 1, Perez 1, Cella 10, Melli 13, Repice 7, Frigo 8, Giugovaz, Maggipinto, Ghilardi, Fucka 10, Trevisiol. Allenatore: Bracci.
Arbitri: Armandola, Santoro

 

Seguici sui social

SEGUICI SUI SOCIAL

Non perdere nemmeno una news sul mondo #HermaeaFamily, seguici sui social!

BIGLIETTERIA ONLINE

Acquista comodamente in formato digitale i tuoi biglietti per le partite della Serie A!
http://www.hermaeavolley.it/wp-content/uploads/2018/09/fila_blu__hermaeavolley_web-1.jpg
Seguici sui social
Follow by Email
Facebook
Facebook
YouTube
Instagram