2021/2022ReviewSerie ASerata da dimenticare per l’Hermaea: Sant’Elia passa al tie break a Golfo Aranci

04/11/2021

Prestazione intermittente delle biancoblù, battute in casa da un avversario giunto in Sardegna fortemente condizionato dagli infortuni.

Mercoledì da dimenticare per l’Hermaea Olbia, sconfitta al tie break dall’Assitec Sant’Elia nel quinto turno della Serie A2. Prestazione altalenante per le galluresi, che hanno accusato lunghi momenti di black out favorendo, così, il successo delle rivali. Ridotta ai minimi termini dagli infortuni del capitano Lotti e di Muzi, la squadra dell’ex tecnico biancoblù Giandomenico ha affrontato la gara con spirito combattivo, e – grazie a una difesa particolarmente caparbia – è riuscita a portare a casa la prima vittoria esterna della stagione.

All’Hermaea resta invece un punticino dal retrogusto decisamente amaro. L’imperativo, ora, è voltare pagina, perché all’orizzonte già incombe la difficile trasferta di Ravenna.

LA GARA – È buona la partenza dell’Hermaea, che si porta subito sul 5-1 con l’attacco vincente di Babatunde. Giandomenico spende il timeout e le sue si riprendono velocemente agganciando le biancoblù a quota 7 con Costagli. L’inerzia del match vira improvvisamente in direzione del sestetto ciociaro, capace di sorpassare con l’ace di Saccani e di scappare sul +5. Guadalupi interviene e schiera in banda Fezzi al posto di Maruotti, ma la musica non cambia: Sant’Elia domina e un’Hermaea improvvisamente assente dal campo non reagisce ai colpi ripetuti della banda ospite Costagli, gran protagonista dell’affermazione delle ‘gazzelle’ nel primo set con un 25-14 che non ammette repliche.

La parte iniziale del secondo set somiglia a una naturale prosecuzione del primo, con le ospiti che giocano con maggior fiducia e conducono sul 7-5. Le hermeine hanno però il merito di restare agganciate nel punteggio nonostante le difficoltà, e pian piano riescono a scuotersi grazie al contributo di Renieri. L’opposto sigla il primo vantaggio per le sue sul 10-9, poi guida la fuga con l’ace del +5 (16-11). Giandomenico prova a correre ai ripari, ma le olbiesi scavano il solco e, senza esitare, pareggiano il conto set ancora con Renieri (25-17).

Equilibrata la terza frazione di gioco: Sant’Elia si porta avanti sul +3 con il muro vincente di Montechiarini (13-10), ma l’Hermaea risponde e le due formazioni arrivano a braccetto fino a quota 20. Negli scambi decisivi a sbagliare meno è il sestetto di casa: Allasia sorprende la difesa avversaria con il punto del vantaggio sul 23-22, mentre Miilen si prende la set ball. L’errore in battuta di Maruotti manda in fumo la prima, ma la seconda è buona grazie al muro punto di Allasia che fissa il punteggio sul 25-23.

Renieri e compagne sembrano potersi avviare verso il successo, ma l’Assitec reagisce in maniera veemente partendo 11-0 nel quarto set. Guadalupi le prova tutte per sistemare la sua formazione, che alla lunga si rianima. Dopo una lunghissima rincorsa, le biancoblù pareggiano a 20 con Miilen. Lo sforzo però si fa sentire, e alla fine l’affondo decisivo lo piazza la squadra ciociara con Montechiarini (25-22 Sant’Elia e parità nel conto).

Nel quinto e decisivo set, la partenza hermeina è ancora difettosa, con Sant’Elia che si affida alle giocate al centro dell’ex Poli per portarsi subito sul 4-0. Le biancoblù risalgono la china con un’esplosiva Babatunde e si portano al cambio campo avanti sull’8-7. La sfida prosegue con un equilibratissimo punto a punto: l’Hermaea ha la possibilità di chiuderà sul 14-13, ma esita e non viene perdonata dall’Assitec, vittoriosa al fotofinish col primo tempo vincente di Montechiarini.

Voglio fare i complimenti al Sant’Elia, al suo coach e alle ragazze – commenta il presidente Sarti – mi hanno emozionato. Mi piacerebbe essere presidente di una squadra così, arrivata in Sardegna fortemente rimaneggiata ma che ha lottato su ogni pallone portando a casa con merito la vittoria. Sulla partita preferisco non dire troppo a caldo. L’arbitraggio? Le proteste non stavano né in cielo né in terra, la direzione di gara è stata buona. Rischiavamo di perdere anche prima per un cartellino rosso. Queste cose non devono più accadere”.

VOLLEY HERMAEA OLBIA – ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA 2-3 (14-25 25-17 25-23 22-25 14-16) – VOLLEY HERMAEA OLBIA: Miilen 17, Barbazeni 4, Renieri 19, Maruotti 10, Babatunde 14, Allasia 5, Formaggio (L), Gerosa 2, Fezzi 2. Non entrate: Severin, Caforio, Minarelli. All. Guadalupi. ASSITEC VOLLEYBALL SANT’ELIA: Costagli 23, Poli 11, Vanni 13, Tellaroli 11, Montechiarini 18, Saccani 5, Lorenzini (L), Nenni. All. Giandomenico. ARBITRI: Santoro, Kronaj. NOTE – Durata set: 21′, 24′, 31′, 30′, 19′; Tot: 125′.

SEGUICI SUI SOCIAL

Non perdere nemmeno una news sul mondo #HermaeaFamily, seguici sui social!

BIGLIETTERIA ONLINE

Acquista comodamente in formato digitale i tuoi biglietti per le partite della Serie A!
http://www.hermaeavolley.it/wp-content/uploads/2018/09/fila_blu__hermaeavolley_web-1.jpg

LVF TV

Archivi notizie

Privacy Policy

Cookie Policy

Volley Hermaea Olbia, Partita Iva 01720590908 - Lega Volley Femminile Serie A